• Core Project - All together celebrating on the stage
  • Latvian Joint Staff Training Event - Working with Children
  • Romanian Joint Staff Training Event  - Community Choir
  • Italian Joint Staff Training Event  - Working with community choirs
  • JSTE in Pecs



MUSICA DI COMUNITÀ: MUSICA E INCLUSIONE SOCIALE

"Se la musica è il nutrimento dell'amore, suonate! . . .’’
(William Shakespeare: Twelfth Night)


Questo progetto ha riunito cinque partner provenienti da vari Paesi europei, alcuni specializzati nel'apprendimento permanente e nello sviluppo di comunità, altri nella musica e nella partecipazione.

Il titolo completo del progetto: MusInc: Sviluppare un sistema transnazionale di qualità per usare la musica nella pedagogia non formale allo scopo di conseguire inclusione sociale e musicale e descrivere il profilo professionale del "musicista di comunità".

Insime eabbiamo pianificato un progetto che esplorasse cosa ciascuno pensava del ruolo professionale del Musicista di comunità.

Un elemento centrale del concetto di Musicista di Comunità è l'impiego di progetti artistici e musicali per affrontare l'Esclusione Sociale e promuovere l'Inclusione Sociale.

Esclusione sociale, o marginalizzazione sociale, è lo svantaggio sociale e il confinamento ai margini della società. È una locuzione coniata in Francia e ampiamente usata in Europa. (Wikipedia)

Inclusione sociale:

  • Il far sentire importanti e di valore tutti i gruppi di persone che formano una società. (Collins English Dictionary)
  • Il processo di migliorare i termini in cui individui e gruppi prendono parte alla società — migliorare le abilità, le opportunità e la dignità delle persone svantaggiate sulla base della loro identità. (The World Bank)

La ricerca corrente ha mostrato che la musica offre un contributo considerevole a persone di tutte le età e in molte aree della saluta e del benessere, oltre ad essere una forma di intrattenimento.

Di seguito solo alcuni esempi trovati cercando il web:

https://greatergood.berkeley.edu/article/item/five_ways_music_can_make_you_healthier

http://www.ox.ac.uk/research/choir-singing-improves-health-happiness-%E2%80%93-and-perfect-icebreaker

http://www.effectivemusicteaching.com/articles/directors/18-benefits-of-playing-a-musical-instrument/

Il nostro obiettivo con questo sito Internet è presentare risorse che possano contribuire a rendere i muscisti consapevoli di forme di lavoro professionale non collegate all'"industria musciale" e che possono contribuire a formare comunità sane e felici.







MUSICA DI COMUNITÀ: IL PROGETTO

“La msuica dà un'anima all'universo,
ali al pensiero,
slancio all'immaginazione e vita a tutto.’’
(Plato)


Il sito contiene alcune risorse informative e formative il visitatore può utilizzare per trovare il proprio modo di diventare un buon Musicista di Comunità

Nello spirito della pedagogia non formale, queste hanno la funzione di guida. In Internet è possibile trovare una grande quantità di informaizoni rilevanti e di queste ne abbiamo indicate alcune.

Poiché questo è un sito statico, l'utente non potrà ricevere ulteriore guida e assistenza nel èprocesso di sviluppo delle proprie competenze e della propria comprensione. Confidiamo di aver idnirizzato gli uteni nella giusta direzione e che questi sappiano cosa devono cercare.

Suggerimao agli utenit di unirsi al gruppo Facebook di MusInc: MusInc - Community Musicians for Social Inclusion, e di cercare di trovare altre persone interessante e sviluppare un dialogo via via che l'attività professionale progredisce.

Pedagogia

Il dibattito su come la musica dovrebbe essere insegnata è stato intenso. Il modello della pedagogia non formale è stato adottato da molti come ideale per fornire il contesto per l'apprendimento e per sviluppare l'interesse per suonare e godere della musica con altri.

http://unesdoc.unesco.org/images/0024/002431/243126e.pdf https://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/14613808.2012.752803?journalCode=cmue20

L'educazione msuicale formale si concentra sul progresso individuale su strumenti specifici, e la pedagogia formale è definita come "strutturata, con obiettivi di apprendimento".

L'educazione informale consiste soprattutto nell'apprendimento autonomo di individui o gruppi che apprendono come autodidatti. L'attività è generalmente molto divertente ma non consnte una corretta percezione delle capacità e tecniche effettivamente necessarie.

Il modello non formale consente di combinare la libertà dell'individuo con la struttura dell'apprendimento di gruppo con la guida di professionisti della musica.

Le risorse di questo sito sono strutturate in modo da riflettere un approccio pedagogico non formale. Benché il lettore/studente orienterà sé stesso come Musicista di Comunità, abbiamo impostato alcune linee guida di base che egli potrà esplorare e sviluppare nella sua attività.

Abbiamo creato le nostre risorse sulla base dell'osservazione reciproca del modo di lavorare dei partner attraverso Progetti Esemplari. Ciascun partner ha riflettuto su, e discusso, il lavoro di ciascuno degli altri confrontandolo con il proprio per pervenire alla fine alla formulazione di un Sistema di Qualità per aspiranti Musicisti di Comunità che consenta loro di misurare le proprie capacità e la propria efficacia.

Nel condividere i nostri progetti abbiamo imparato l'uno dagli altri e ad alcuni partner per i quali il concetto d iMusica di COmunità era nuovo abbiamo offerto considerazioni critiche costruttive.

Nel presentare la descrizione dei progetti e dei piani di attività e la revisione critica da pari a pari abbiamo anche dimostrato ciò che la nostra partnership ha definito "migliori pratiche in azione".


training

Attività di apprendimento




PROGETTI ESEMPLARI

"Non canto perché sono felice;
Sono felice perché canto"
(William James)

Per raggiungere gli obiettivi del progetto abbiamo esaminato Progetti Esemplari al fine di illustrare a cosa prestare attenzione quando si lavora in un progetto di Musica di Comunità o lo si commissiona.

La partnership comprende organizzazioni provenienti da Ungheria, Italia, Lettonia, Romania e Regno Unito, che offrono un'ampia rappresentanzione geografica dell'Unione Europea. Tutte le organizzazioni coinvolte hanno fornito particolari punti forza alla partnership. Alcune organizzazioni hanno molta esperienza nell'uso della musica per conseguire risultati sociali, altre si specializzano nella musica, altre nello sviluppo sociale e di comunità, cosicché ognuno ha imparato qualcosa dagli altri.

Di seguito alcune informazioni sui partner:

Poiché la partnership comprende organizzazioni con livelli di esperienza diversi in questo tipo di lavoro, gli obiettivi che ci siamo proposti nell'includere nel progetto la descrizione dei progetti esemplari sono:

  • dare un'idea del lavoro dell'organizzazione con la musica e lepersone, qualunque sia il suo livello di sviluppo;
  • usare l'opportunità per ricerca-azione nello sviluppo della loro pratica.

I progetti esemplari riguardano le seguenti aree:

  1. lavoro con gli anziani in contesti residenziali
  2. cori/ensembles di comunità
  3. eventi di danza folkloristica
  4. lavoro con persone socialmente escluse
  5. lavoro con persone di tutte le abilità


All'interno di ciascuna sezione il visitatore troverà:

  • descrizione del lavoro in corso e degli elementi di ricerca-azione del progetto
  • uno studio di caso individuale;
  • riflessioni di pari, da parte di musicisti di altri partner;
  • Descrizione di progetti simili realizzati dai partner.


Se il visitatore è un musicista che cerca di sviluppare la propria pratica, nel visitare questa sezione dovrà:

  • leggere le descrizioni dei progetti
  • scegliere alcune idee particolarmente interessanti per sé
  • decidere cosa è più utile nel proprio caso
  • riflettere sul lavoro desceritto
  • pensare a come adattare quel tipo di progetto alla propria situazione.


Se il visitatore è un possibile committente di progetti di inclusione musicale:

  • verificare se qualcuno dei progetti presentati è replicabile nel proprio contesto;
  • sapere come istruire/valutare i musicisti che potranno lavorare con lui.